Aprire una rete di negozi all'estero

Dopo aver partecipato a diverse fiere ed essersi presentati in modo solido e con una storia alle spalle, arrivano le prime richieste di informazioni sul proprio modello di franchising dall'estero. La domanda seguente e' quindi : come aprire una rete di negozi all'estero?

Come per qualsiasi attivita' imprenditoriale, aprire una rete di negozi all'estero , non dovra' avere il semplice valore del mordi e fuggi (catturo un paio di piccoli investitori, li intorto per bene sulle potenzialita' di guadagno, li obbligo ad acquisti minimi, applico royalties - anche se ormai e' una consuetudine desueta, e finche' dura, dura).

E' evidente che se gia' mi presento come franchisor all'estero , possiedo i requisiti richiesti dalla legislazione europea , ma l'apertura di una rete all'estero soddisfa molto il mio ego imprenditoriale (faccio conoscere il mio nome all'estero) e mi aumenta il fatturato senza dover investire su di esso, ma facendo investire imprenditori locali.

Tutto questo non deve essere minimamente preso in considerazione soprattutto se si  possiede un marchio che in un determinato Paese non significa nulla, ma proprio nulla. Ecco quindi i piccoli consigli, da seguire o meno, per aprire una rete di negozi all'estero. 

  • raccolta di informazioni di settore anche attraverso la partecipazione di una fiera di settore ed analisi di mercato
  • analisi del potenziale di gradimento del proprio prodotto e marchio
  • benchmarking : ovvero analisi della concorrenza italiana o meno (presenza, vendita, ubicazioni, investimento richiesto, ROI, ecc.)
  • segmentazione geografico del territorio: in base alle dimensioni del Paese, suddividere il territorio in 4 o piu' aeree
  • programma di investimento sul territorio. Gli investimenti possono essere effettuati in vari modi: contribuendo parzialmente al costo di affitto se decido di posizionarmi in zone di grande passaggio o centri commerciali, attraverso scontistica sugli arredi o prime forniture oppure attraverso una versa e propria campagna di marketing sul territorio.

Lo spazio di questo articolo e' terminato, ma non possiamo non sottolineare,in sintesi che l'apertura di una rete di negozi all'estero non prescindere da un progetto coordinato ed a lungo termine, che coinvolga la casa madre e dalla scelta di un investitore locale, selezionato e che sia in grado di sviluppare un modello di franchising all'estero. 

 

Aprire una rete di negozi all’estero